Maria: Maestra di Umiltà

#comeMaria #àmati!

Ricordati l’esperienza dell’Annunciazione quando Maria non capiva le parole dell’Angelo, ma lei le custodiva nel cuore, le meditava e in questo modo ha scoperto pian piano quale fosse il progetto di Dio per la sua vita. Allo stesso modo vedeva sempre più chiaramente la propria identità, scoprendosi di essere umile perché bisognosa di Dio e del suo Amore.

Pilone del sogno

Il Colle Don Bosco ci parla di Maria

Dal Vangelo di Luca

A queste parole ella fu molto turbata e si domandava che senso avesse un saluto come questo. L’angelo le disse: “Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ed ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù”.

COME DON BOSCO…

È proprio nel sogno dei 9 anni che Maria rivolge a Giovannino Bosco questo messaggio: renditi umile, forte, robusto. Lui non capiva perché dovesse mettersi a capo di questi ragazzi così scalmanati e questo senza usare la violenza o le maniere forti, ma con la massima bontà e umiltà, senza provare verso di essi pregiudizi. Maria dunque è… Maestra di umiltà!

Dalle Memorie dell’Oratorio

di SAN GIOVANNI BOSCO

“In quel momento vidi accanto di lui una donna di maestoso aspetto, vestita di un manto, che risplendeva da tutteparti, come se ogni punto di quello fosse una fulgidissima stella. Scorgendomi ognor più confuso nelle mie domande e risposte, mi accennò di avvicinarmi a Lei, che presomi con bontà per mano, e guarda, mi disse. Guardando mi accorsi
che quei fanciulli erano tutti fuggiti, ed in loro vece vidi una moltitudine di capretti, di cani, di gatti, orsi e di parecchi altri animali. — Ecco il tuo campo, ecco dove devi lavorare. Renditi umile, forte, robusto; e ciò che in questo momento vedi succedere di questi animali, tu dovrai farlo pei figli miei.”

…ANCHE IO OGGI

Ma cosa dice l’umiltà di Maria alla tua vita oggi? Umiltà significa riconoscersi veramente figli di Dio e che Lui vuole partire da quello che sei. Giovannino era un pastore, un contadino, ma Dio ha visto in lui il suo potenziale. Allo stesso modo Maria sebbene un po’ confusa decide di fidarsi di chi vede più lontano di lei: accetta il dono che il SIgnore fa nella sua vita. Pensa a quando per farti accettare ti fai condizionare dalle idee e dai pregiudizi degli altri, quando fai le cose solo per apparire. Ecco, io ti dico che il Signore ti ama così come sei! Quindi #comeMaria #àmati!

Preghiera

Maria, tu che sei madre di umiltà,

Facci capire che Dio ci ama e ci ha donato tutto il necessario

Insegnaci che solo in Dio è la nostra forza e il nostro sostegno

Donaci la tua grande umiltà perché essa è alla base di tutte le virtù.

Maria noi siamo figli tuoi!

Amen.

LabOratorio

#Unisci

Ora tocca a te!

Guarda dentro di te e scopri dieci motivi per cui rendere al Signore per i doni che ti ha fatto e per come ti Ama. (Ad esempio: sono bravo/a in uno sport, ho un amico/a fidato/a, sono socievole, sono simpatico/a, ecc…)

Realizzato dai novizi del Colle don Bosco 2019/2020