Maria: Testimone della Fede

#comeMaria #Fidati!

Noviziato

Il Colle Don Bosco ci parla di Maria

Dal Vangelo di Luca

In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo. Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto».

Dalle Memorie dell’Oratorio

di SAN GIOVANNI BOSCO

“Quanto è buona la Madonna, diceva, quanto ci vuole bene!”. Fonderà la Congregazione salesiana, di cui “Maria è la madre e il sostegno”; costruirà la basilica di Maria Ausiliatrice in Valdocco e dirà: “Ogni pietra, ogni ornamento segnala una grazia. Maria la fece venir su a forza di miracoli!” e con santa M. Domenica Mazzarello darà vita all’Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice, monumento vivente a “Colei che ha fatto tutto”. “Don Bosco non si risparmiava: ma qualcuno nell’ombra operava con lui e per lui. Questo qualcuno era Maria Ausiliatrice. Era iniziato così [ … ] quel ‘fare le cose insieme’, quella ‘misteriosa cooperazione’ la quale, se aveva origini che risalgono al primo sogno, ora si era fatta più forte, più continua e quasi irresistibile”.
“La santa Vergine Maria continuerà certamente a proteggere la nostra Congregazione, se noi continueremo la nostra fiducia in Lei e continueremo a promuovere il suo culto … sia in pubblico che in privato” (MB XVII, 261). E si spegnerà affermando: “Ho sempre avuto tutta la fiducia in Maria Ausiliatrice”.

Preghiera

Maria,

tu che sei testimone della fede,

insegnami a credere nell’ Amore,

aiutami a dire ogni giorno i miei piccoli o grandi si,

aiutami a prendere in mano con coraggio la mia vita,

a mirare alle cose più belle e più profonde e a conservare sempre un cuore libero.

Accompagnami e aiutami a rispondere a ciò che Dio sogna per me,

per raggiungere la felicità.

Tieni aperto il mio cuore ai grandi sogni e rendimi attento al bene della mia famiglia e dei miei amici.

Aiutami ad essere testimone dell’Amore di Dio come te contagiando di gioia chi cammina con me,

riconoscendo Gesù vivo accanto a loro annunciando con gioia che Lui è la vera felicità.

Amen.

LabOratorio

#Fidati

Ora tocca a te!

Provo ad ascoltare questa canzone “Ho bisogno di credere” di Fabrizio Moro.

“La fede è come un’arma per combattere ogni sfida” proprio come don Bosco che si affida a Maria.

Affidarmi, unirmi, amarmi, ascoltarmi, condividere, ringraziare, resistere, donarmi nel mio quotidiano non è sempre facile, ma se con-fido che accanto a me c’è qualcuno di più grande che mi ama e desidera sostenermi e mi af-fido è possibile. Aiutandomi anche con questa preghiera, provo a fidarmi e ad accorgermi che anche nella mia vita può “fare tutto lei”.

Realizzato dai novizi del Colle don Bosco 2019/2020