Siamo noi

  • Don Riccardo Grassi Sdb

  • Marco Cazzato Sdb

  • Chiara Bertucci

  • Chiara Cumino

  • Michele Dettoni

  • Marta Ghio

  • Elisabetta Giani

  • Simone Andreassi

Appunti di viaggio

  • Dove

    Romania – Cireșoaia

    28 luglio – 18 agosto

  • Comunità

    A Cireșoaia nella Comunità suore della Provvidenza (congregazione fondata da san Luigi Scrosoppi)

  • Luoghi

    Cireșoaia – dal 28 luglio al 17 agosto
    (Nicoresti, Targa Ocna – La miniera di sale, Monastero Ortodosso “Magura Ocnei”, Slanic Moldova, Brasov, Bacau)

  • Servizio svolto

    3 settimane di centro estivo insieme agli animatori del posto (presso la parrocchia di Nicoresti e  di Cireșoaia)

non sarà la tua presenza a fare qualcosa di importante alla missione, ma sarà la missione a fare qualcosa di importante a te!

R O M A N I A 2 0 1 9

Giorno 1

28 luglio 2019

Partenza.

Domenica 28 luglio 2019, ore 8,00, Aeroporto di Caselle: il gruppo della Romania composto da Marta, Chiara B., Michele, Elisabetta, Marco, Chiara C. e don Riccardo è pronto per imbarcasi alla volta di Bacau. Simone ci attenderà a Bacau. Dopo 2 ore e mezza di volo atterriamo all’aeroporto di Bacau, una cittadina a nord est della Romania a circa 1 ora e mezza di macchina dalla nostra destinazione: ma la prima tappa che faremo è presso la casa dei salesiani a recuperare Simone. Giungiamo verso le 14,30 presso l’oratorio salesiano di Bacau dove ci attendono don Iosif e Simone pronto con le sue valigie. Ci intratteniamo in una breve merenda, perchè il viaggio è ancora lungo. Dopo circa 2 ore e mezza di viaggio arriviamo a Ciresoaia e verso le 17,00 facciamo pranzo: subito dopo esserci sistemati ci rechiamo in parrocchia dove si sta svolgendo la festa patronale. Decidiamo di percorrere il sentiero che passa in mezzo alle case. Siamo accolti da alcuni bimbi festosi che “ci sparano addosso” con pistole a pallini. Alle 19 diciamo la nostra prima messa, nella chiesa parrocchiale di sant’Anna. Si rientra a casa, ci attende la cena. Domani si inizia!

Giorno 2

29 luglio 2019

Titolo.

La nostra missione inizia a Nicoresti, un paesino a 30 minuti di macchina da Ciresoaia: qui veniamo accolti da don Benone Lucaci. Alle 9,30 ci troviamo con gli animatori locali e facciamo le prime conoscenze. Prime in tutti i sensi. Alle 10 il campus parte con un momento di ballo e subito dopo la S. Messa. Dopo la celebrazione, per la prima volta ci dividiamo nei vari gruppi: ogni animatore “italiano” viene assegnato ad un gruppo. Subito dopo c’è un breve momento teatrale e poi il momento formativo: durante quest’ultimo vengono fatti i cartelloni delle squadre essendo il primo giorno. La giornata scorre veloce e il pomeriggio arriva in un baleno. Verso le 15 facciamo Laboratori manuali ed espressivi e verso le 16 giochi a stand: è già il momento di salutarsi. Alle 17 preghiera tutti insieme e poi tutti di corsa a casa, ci vediamo domani alle 10! Puntuali!

Giorno 3

30 luglio 2019

Titolo.

Siamo al secondo giorno a Nicoresti! Iniziamo come il giorno precedente con un breve momento insieme a tutti gli animatori e poi il raduno!. Durante il raduno ci colpisce la presenza di don Benone attento ai suoi bimbi e far si che ognuno si trovi come a casa. Durante il momento formativo i bimbi vengono stimolati in un’attività legata all’amicizia: su vari cartelloni vengono disegnati e incollati cartoncini a forma di cuore con i nomi delle persone a cui teniamo di più. Il pomeriggio scorre veloce con laboratori e giochi: verso le 17 abbiamo la nostra prima revisione insieme agli animatori rumeni. Al nostro rientro a casa, siamo stanchi ma felici. C’è anche il tempo per la prima foto ufficiale in terra di missione.

Giorno 4

31 luglio 2019

Titolo.

Mercoledì è il giorno dedicato alle Olimpiadi: viene prodotta dagli animatori una bellissima bandiera che Raul porta con orgoglio in giro per il cortile. I giochi sono bellissimi, il tempo ci concede clemenza e riusciamo a rispettare il programma: è così bello vedere con quanta semplicità giochino e si divertano.

Giorno 5

1 agosto 2019

Titolo.

Giovedì il tempo comincia a fare qualche scherzo: come ogni mattina saliamo sui mezzi delle suore e percorriamo i circa 13 km verso Nicoresti. Il briefing animatori è nell’unico salone al coperto sotto la chiesa, dove rimbomba tutto. Il difficile è capirsi perchè per lo più si parla in rumeno, anche se Simone qualcosa traduce visti i 2 mesi a Bacau.  La mattina viene rovinata da una piccola ma intensa perturbazione che ci costringe a giocare poco tempo. Il pomeriggio fortunatamente tornerà il bel tempo e faremo come da programma i laboratori e i giochi. Tornati a Ciresoaia veniamo invitati a partecipare alla S.Messa in paese. La sera rimane il tempo per ridere e scherzare insieme nonostante la stanchezza.

Giorno 6

2 agosto 2019

Titolo.

Siamo già a venerdì! Ultimo giorno del campus, sarà anche quello più lungo. Al mattino è il momento di fare la foto di gruppo. Steilan e Michele si preparano a immortalare il momento. Il gioco della mattina è una grande caccia al tesoro fotografica in giro per il paese. Al pomeriggio invece si ultimano i preparativi per lo spettacolo finale. La giornata infatti si conclude verso le 19 con lo spettacolo insieme alle famiglie. Al termine c’è il tempo per le premiazioni delle squadre e dei singoli per le olimpiadi. I saluti sono sempre un momento strappa lacrime. Don Benone dona a tutti noi un piccolo regalo (un cappellino tipico della Romania) (foto 10bis). Anche noi vogliamo lasciare qualcosa di nostro, prodotto con le nostre mani: un cartellone semplice con i nostri nomi e una frase “#quelchesidonaèpersempre”.

Giorno 7

3 agosto 2019

Titolo.

La giornata di sabato viene interamente dedicata alla preparazione del campus a Cireosoaia che inizia il lunedì successivo: Marta e Chiara C. si dedicano alla preparazione del cartellone degli animatori. Finalmente sono arrivati i pacchi e possiamo dedicarci a mettere ordine tra i materiali. Alla sera c’è anche tempo per un breve momento con suor Cristina per vedere la giornata di lunedì. Durante il tragitto verso la parrocchia ci colpiscono 2 pini piantati davanti ad una casa: si tratta di una tradizione in caso di matrimonio. Ne vedremo parecchi…

Giorno 8

4 agosto 2019

Titolo.

Siamo già arrivati a Domenica, la sveglia è presto perché la S.Messa è alle ore 9,00! Ci incamminiamo verso la parrocchia e assistiamo alla celebrazione. Al termine della messa in cortile facciamo la nostra seconda foto di gruppo e passiamo qualche momento insieme ai pochi bimbi rimasti (doveva esserci animazione e giochi ma sono tutti andati a casa). Al pomeriggio ultimiamo i preparativi per la settimana e ci sentiamo con gli amici del gruppo in Nigeria, un bel momento per sentirsi in famiglia e scambiarsi le prime impressioni sulle rispettive missioni.

Giorno 9

5 agosto 2019

Titolo.

Siamo al primo giorno di campus a Ciresoaia: siamo un pò tutti preoccupati perché abbiamo tutti l’impressione di dover fare di nuovo la fatica del primo giorno a Nicoresti. E così è! Anche qui alle 8,30 (1 ora prima di Nicoresti il chè implica svegliarsi prima anche) avviene il briefing con gli animatori: la giornata inizia con l’animazione, la santa messa e poi il momento in salone con il teatro. Dopo il momento teatrale consegniamo le maglie ai bambini. Arriva già il pranzo: con nostra sorpresa le voci sulla grigliata a pranzo erano vere: ogni giorno avremo un pezzo di carne, un pezzo di rosci (pomodoro) e un pezzo di pane. Ci viene anche concesso un momento di stacco per un caffè e due chiacchere tra noi dopo pranzo. Al pomeriggio come a Nicoresti, laboratori e giochi. Alle 17 terminiamo in chiesa con una breve preghiera e poi tutti a casa.

Giorno 10

6 agosto 2019

Titolo.

Siamo al secondo giorno. Oggi decidiamo di mettere tutti la maglietta animatori dell’Oratorio Michele Rua. Dopo l’accoglienza, la messa e il teatro ci dividiamo in grandi e piccoli. Prima un breve momento nelle classi poi i giochi; coi grandi ci rechiamo alla scuola del paese dove faremo sia i momenti formativi che i giochi. I piccoli invece rimangono alla “biserica”, nel cortiletto della chiesa. La giornata scorre senza intoppi, ormai abbiamo in testa l’organizzazione dalla prima settimana, anche se qui la pausa pranzo non c’è. Al termine della giornata c’è sempre un momento conviviale con gli animatori, due chiacchere, un gelato e poi tutti a casa. Ed è proprio tornando a casa che assapori i colori della terra che ci ospita.

Giorno 11

7 agosto 2019

Titolo.

Oggi faremo un regalo agli animatori: portiamo a tutti le magliette animatori del Michele Rua. Ricordo ancora la sera mentre facevamo i pacchi da spedire, proprio all’oratorio di barriera. Don Mauro ci ha regalato tutte queste magliette dicendo “portate il Michele Rua in missione con voi!”. Nella mente ci risuona una parola: semplicità. Questi bambini (e il contesto socio culturale cambia tra Nicoresti e Ciresoaia) sorridono e si divertono con niente. Il gioco più famoso qui è il salto della bottiglia: un gioco che è assoluta competenza di don Marius, il viceparroco. Ogni giorno, se è dopopranzo rigorosamente con il “sombrero”, mette in cerchio i bimbi e via! Si salta e chi viene colpito dalla corda o dalla bottiglia viene eliminato!

Giorno 12

8 agosto 2019

Titolo.

Oggi è il giorno di Marco: siamo tutti molto legati al nostro chierico! La sera prima abbiamo preparato un cartoncino con il suo nome e per ogni lettera una qualità, scritta sia in italiano che in rumeno. Lo portiamo con noi. Dopo la S.Messa con piacere apprendo che nonostante siano solo le 9,30 la squadra di mamme e nonne addette alla preparazione del pranzo è già all’opera. Il fumo della grigliata invade già il cielo sopra la biserica. Al pomeriggio abbiamo i giochi d’acqua: divisi tra grandi e piccoli, tra scuola e chiesa. I preparativi sono estenuanti ma vedere quanto si divertono ripaga di tutte le fatiche. La sera le suore ci fanno un grosso regalo. Sono andate apposta a prendere le pizze per festeggiare insieme Marco

Giorno 13

9 agosto 2019

Titolo.

Oggi il tempo è decisamente pessimo, ma ci facciamo caso solamente una volta che siamo per strada. Sarebbe il giorno della tanto attesa gita, ma per ragioni di meteo viene annullata. Ci sono due strade per andare a piedi in parrocchia, la “statale” dove passano le macchine e il sentiero tra le case, in mezzo alla terra e i ciottoli. Ovviamente scegliamo il secondo! Ma una volta partiti i tuoni e i lampi si fanno minacciosi e capiamo che da li a poco inizierà un diluvio fortissimo. Così è! Non siamo nemmeno a metà strada che siamo tutti zuppi e infreddoliti. Ci viene in soccorso un abitante di Ciresoaia che ci apre casa sua. Rimaniamo lì per 20 minuti circa, il tempo che il temporale scarichi tutta la sua potenza. Fa molto freddo! Una volta arrivati in parrocchia e constatato che i bimbi anche sono pochi, il programma viene modificato e dopo la santa messa viene proiettato un film in chiesa. Ma al termine non c’è altra decisione che mandare tutti a casa! Avremo il pomeriggio libero. La sera decidiamo di vivere un momento di gruppo e di  relax: ci concediamo la visione di un film.

Giorno 14

10 agosto 2019

Titolo.

Siamo al nostro secondo weekend qui a Ciresoaia: la mattina Suor Cristina e don Marian ci portano alla miniera di sale di Targu Ocna. A 130 metri sotto il livello da cui siamo entrati (260 m. sopra il livello del mare) scendiamo in gallerie scavate nel sale. Siamo colpiti sia dall’umidità, ci sono 10 gradi, sia dall’altitudine, siamo scesi parecchio. Oltre alla miniera hanno scavato una serie di tunnel nel sale e negli anni sono state installate varie attrazioni, come campi da calcio, basket, pallavolo, ping pong e calcetti, nonché una pista per go cart a pedali. Il pomeriggio ci riposiamo e poi celebriamo l’Eucarestia tra noi.

Giorno 15

11 agosto 2019

Titolo.

Siamo a domenica! Vuoi dormire? No, la messa è alle ore 9! Dopo messa alcuni di noi accompagnano don Riccardo nella località turistica di Slanic Moldova (dove saremmo dovuti andare in gita venerdì) mentre altri sbrigano le faccende domestiche. Al pomeriggio Suor Cristina ci porta a visitare il monastero ortodosso “Magura Ocnei”: la camminata è un pochino impegnativa. Dopo un’oretta in salita in mezzo ai boschi lungo la stradina asfaltata per le macchine, giungiamo in questa oasi di pace, immersa nel verde e nei boschi. Visitiamo la chiesa, dove siamo accolti da due suore che intonano canti e preghiere. Nel cortile antistante la chiesa e il convento, viviamo un momento di revisione insieme, un primo momento per fare il punto della missione fin qui. Prima un sorella poi un prete ci salutano e ci chiedono cosa facciamo. La suora ci offre dell’anguria!

Giorno 16

12 agosto 2019

Titolo.

Oggi è un giorno un pò malinconico: don Riccardo deve rientrare in Italia prima del termine della missione poichè essendo parroco deve essere presente alla festa patronale. Ma a rincuorarci ci pensano gli animatori di Nicoresti che accompagnati da don Benone, vengono in visita tutto il giorno e stanno con noi. In tarda mattinata un collaboratore del sindaco, che durante il campus apriva e chiudeva la scuola per permetterci di giocare, avvisa don Riccardo che il sindaco ha qualcosa per lui. Ecco arrivare una lettera di ringraziamento, ufficiale, firmata dal sindaco e un piccolo souvenir. Dopo pranzo ci concediamo un ultimo selfie tutti insieme, la foto di gruppo con tutti i bimbi e gli animatori, poi arriva il momento dei saluti. Con gli animatori di Nicoresti è solo, per fortuna, un arrivederci poichè venerdì avremo la gita animatori e ci rivedremo!

Giorno 17

13 agosto 2019

Titolo.

Oggi recuperiamo la tanto aspettata gita: siamo 150 in tutto. I pullman, anzi i pulmini sono 2, da 24 posti. Dopo l’accoglienza e la santa messa ci dividiamo nelle varie classi e iniziamo a salire sui pulmini che magicamente aumentano la loro capienza. Il viaggio dura meno di venti minuti e arriviamo a destinazione. I grandi vengono portati nella località di “Nemira” presso Slanic Moldova, mentre i piccoli direttamente in paese a Slanic. Coi grandi è prevista un’attività con il soccorso alpino rumeno “salvamont” divisa in 2 parti: una piccola scalata ad una parete in cemento e un’attività teorico/pratica sul come vivere in montagna e nei boschi. I piccoli invece si godono il giardino comunale con giochi e tanto verde. Al pomeriggio tutti insieme viviamo le olimpiadi!

Giorno 18

14 agosto 2019

Titolo.

Siamo al nostro ultimo giorno di campus a Ciresoaia. Le suore ci chiedono di preparare un breve filmato con le foto da proiettare al pomeriggio dopo la preghiera. Siamo anche un pò decimati per via dell’influenza intestinale, non siamo al top e la stanchezza inizia ad avere qualche effetto. Al mattino si svolge una bellissima caccia al tesoro fotografica, in mezzo al paese, dove interagiamo con tutte le forme viventi presenti, dal cavallo (faremo un’intervista al cavallo), alle galline, alle mucche, ai pulcini, tutti! Al pomeriggio viene preparato lo spettacolo finale in programma il giorno dopo.

Giorno 19

15 agosto 2019

Titolo.

Festa dell’Assunta, siamo un pò tristi perchè è l’ultimo giorno dove vedremo i bimbi: dopo la santa messa, molto partecipata, ci spostiamo in cortile per lo spettacolo finale a conclusione del campus. Come a Nicoresti, è presente molta gente del paese, genitori e nonni. Lo spettacolo scorre piacevole e tra i tanti sorrisi dei presenti. Subito dopo vengono premiati i bambini per i risultati sportivi delle olimpiadi e dei vari giochi e veniamo poi chiamati e ringraziati davanti a tutti. Al termine le lacrime scorrono abbondanti. Prima di andare a pranzo, c’è un bel momento tra animatori in cui facciamo una breve revisione dell’esperienza: noi diamo anche qualche notizia in più sul corso e il percorso che abbiamo fatto per essere lì. In tanti chiedono il nostro ritorno. Al pomeriggio ci concediamo un giro relax presso la località di Slanic e visitiamo le fontane zolforose caratteristiche per prendere fuoco.

Giorno 20

16 agosto 2019

Titolo.

Gita animatori! Alle 7,30 ci raduniamo in parrocchia, sono presenti quasi tutti gli animatori: la cosa bella è che sarà una gita insieme sia agli animatori di Ciresoaia che di Nicoresti. Il pullman non sembra nemmeno tanto male….. dovremo ricrederci…. Per fare un viaggio di 3 ore, ne impieghiamo quasi 4, a causa di qualche sosta, diciamo tecnica. Una volta arrivati, qui ci colpisce subito il retaggio del comunismo presente per le strade e visibile nei palazzi. Siamo nella città di Brasov, località un tempo molto industriale e ora più turistica. Visitiamo la cattedrale “nera” e il centro storico. Passiamo qualche piacevole ora insieme agli animatori. Ci concediamo anche una bevuta. Al rientro l’atmosfera è così festosa che i pochi che vogliono dormire non ci riescono. Alle 22,30 siamo a casa, non prima di aver salutato tra abbraccia e pianti questi nostri compagni di viaggio che ci hanno accolto nella loro terra.

Giorno 21

17 agosto 2019

Titolo.

Ultimo giorno a Ciresoaia, è quasi tutto pronto per salutare le suore. Il mattino lo dedichiamo a sistemare tutta la zona che ci ha ospitato, tornerà a essere il centro diurno durante l’anno. Dopo pranzo, veniamo salutati dallo stesso comitato di accoglienza che ci aveva dato il benvenuto. Saliamo in macchina e procediamo in direzione di Bacau: passeremo la notte dai salesiani, per essere già lì al mattino per il volo. Arrivati a Bacau, don Andrei, incaricato dell’oratorio ci accoglie e si offre di accompagnarci per un giretto per la città. Anche qui notiamo subito i retaggi del comunismo: ampi viali a senso unico, casermoni, condomini, parchi. Visitiamo una chiesa ortodossa: all’interno c’è un matrimonio e assistiamo al rito della “incoronazione”. Rientrati a casa, celebriamo la santa messa, finalmente tutta in italiano: era qualche giorno che non ne facevamo una. Dopo cena viviamo un ultimo momento di verifica insieme e poi nanna.

Giorno 22

18 agosto 2019

Titolo.

Sveglia alle 5: il volo è alle 7. Le ragazze per una volta sono tutte pronte e puntuali. Don Andrei ci accompagna in aeroporto e ci saluta: “la vostra missione inizia ora”. Proprio vero. Dovevamo andare fino in Romania per capire alcune cose di noi? Forse si! La nostra missione è ora, ora che siamo tornati. Proprio come le prime parole di don Riccardo: “non sarà la tua presenza a fare qualcosa di importante alla missione, ma sarà la missione a fare qualcosa di importante a te!