Articoli

Scuola Don Bosco Cumiana: Che notte ragazzi!

Venerdì 27 settembre, la Scuola Don Bosco di Cumiana ha partecipato alla seconda edizione della “Notte dei piccoli ricercatori di don Bosco“, una iniziativa che si inserisce nel più ampio progetto della “Notte Europea dei ricercatori”. Si riporta l’articolo pubblicato in merito sul sito dell’Opera.

Ringraziamo tutti gli organizzatori perché anche quest’anno la nostra scuola ha potuto partecipare alla Notte dei piccoli ricercatori di don Bosco.
Abbiamo potuto vedere tanti esperimenti e stand di scienza preparati ed illustrati da altrettanti ragazzi di altre scuole che ci hanno meravigliati!

Ma la meraviglia più bella ovviamente è la relazione che sta alla base di questa manifestazione:”i ragazzi parlano ai ragazzi“, ed espongono le loro realizzazioni per dire che anche a questa giovane età fare scienza è possibile.

I ragazzi hanno presentato i vulcani, i robot realizzati con tubi di gomma ed aria compressa, il microscopio che proietta per presentare particolari di piante e animali quasi invisibili ad occhio nudo, il problema dell’inquinamento della plastica, le manovre al manichino del primo soccorso, alcuni elementi tipici di Leonardo e sue scoperte, uno studio sui pianeti, un mini-cineforum e tante altre sperimentazioni scientifiche. Al termine abbiamo potuto ascoltare la conferenza interessantissima dell’ing.Walter Cugno di Thales Alenia Space Italia. Anche il nostro gruppo ha portato il suo contributo alla manifestazione esponendo 3 attività:

  • Una nuova esposizione da parte delle protagoniste nel 2017, dei progetti Astro Pi Mission Zero (che permette di mandare un messaggio di saluto agli astronauti presenti sulla ISS – International Space Station), e Astro Pi Mission Space Lab, (che permette di svolgere un esperimento sulla ISS o verso la Terra con AstroPi, uno speciale computer didattico messo a disposizione dei ragazzi). Queste iniziative, che ci hanno visti protagonisti nel 2017, saranno disponibili anche quest’anno 2019/2020 tutte le scuole che vorranno partecipare: AstroPi Mission.
  • La seconda attività è stata il far provare alcune fasi della nostra esplorazione spaziale, realizzata nel concorso Cosmo Explorers tramite il programma Kerbal Space program ai piccoli e grandi visitatori del nostro stand (gli schianti sulla superficie della Luna, o gli astronauti dispersi nello spazio sono stati parecchi!!!).
    I nostri ragazzi hanno esposto agli adulti le caratteristiche di questo concorso (promosso da Miur, Infini-To, Altec e da altri enti) e la modalità attraverso questo di fare STEM (dall’inglese Science, Technology, Engineering and Mathematics).
  • Per la terza attività abbiamo usato il nostro Astro Pi (ricevuto con la prima attività) e i robot mBot (ricevuti con la seconda attività) per fare la nostra esplorazione di un nostro pianeta rosso (come speriamo accada realmente con ExoMars 2020). Abbiamo chiamato questa attività ExoMBot 2020.
    Abbiamo fatto scendere in campo due mBot per vedere chi riusciva a programmarlo prima per raggiungere il luogo su cui fare gli ipotetici esperimenti… senza scontrarsi con le rocce lungo il percorso! È stato proprio molto divertente!!

Speriamo che questa manifestazione continui nei prossimi anni e si accresca di numero di scuole in modo da avere sempre più presentazioni e sperimentazioni scientifiche a portata di ragazzo. Don Bosco dal cielo benedica questa iniziativa che si è svolta sotto il suo nome.

Scuola Don Bosco Cumiana: La notte dei piccoli ricercatori di don Bosco

La Scuola Don Bosco di Cumiana parteciperà alla seconda edizione della “Notte dei piccoli ricercatori di don Bosco“, una iniziativa che si inserisce nel più ampio progetto della “Notte Europea dei ricercatori” che si svolgerà il prossimo venerdì 27 settembre in tutta Europa. Si riporta l’articolo pubblicato in merito sul sito dell’Opera.

“La notte dei piccoli ricercatori di don Bosco” – Seconda Edizione

…e ci risiamo: la nostra scuola “don Bosco” è stata invitata a partecipare alla seconda edizione della “Notte dei piccoli ricercatori di don Bosco”, una iniziativa che si inserisce nel più ampio progetto della “Notte Europea dei ricercatori” che si svolgerà il prossimo venerdì 27 settembre in tutta Europa, appunto.
Siamo contenti di poter partecipare a questa iniziativa sotto il nome di don Bosco, che l’anno scorso ci ha visti impegnati nel presentare il nostro progetto Astro Pi – Zero (con il quale abbiamo mandato i nostri saluti agli astronauti) e Astro Pi SpaceLab (con il quale abbiamo avuto la possibilità di eseguire per 3 ore il nostro programma sulla ISS – Stazione Spaziale Internazionale, ricevendone di ritorno i dati del nostro esperimento sulle vibrazioni e spostamenti della stessa ISS).

Quest’anno, con una piccola rappresentanza di allievi, vorremmo presentare e far provare, oltre all’AstroPi con i progetti SpaceLab e Zero, riproposti e rilanciati in questi giorni dal nostro astronauta italiano Luca Parmitano dalla ISS (vedi il video).

anche alcune dimostrazioni del programma utilizzato nel concorso Cosmo Explorers per simulare l’esplorazione spaziale e l’allunaggio, a 50 anni dalla discesa del primo uomo sulla Luna

concorso che ha permesso ad una parte di noi (visto che i coinvolti erano oltre 70!!!) di visitare l’azienda ALTEC e fare uno stage di 2 giorni, approfondendo il grande contributo che la nostra Italia da per l’esplorazione spaziale.

Speriamo anche di poter utilizzare i robot/rover mBot, ricevuti a CosmoExplorers, per simulare un’esplorazione del pianeta Marte alla ricerca di tracce di vita, visto che questo è l’anno del lancio di Exomars, il rover europeo che andrà sul pianeta rosso alla ricerca di tracce di vita.

Ma la notte dei piccoli ricercatori di don Bosco non è solo questo e, tempo permettendo, sarà possibile osservare il sole di giorno con un telescopio solare e di notte osservare la luna, il pianeta Giove ed il pianeta Saturno, come si può vedere dal programma della manifestazione:
Comunicato Stampa Notte dei piccoli ricercatori di don Bosco – Seconda Edizione

…e se proprio qualcuno vuol sapere le ultime novità sul futuro dell’esplorazione spaziale…beh, non resta che seguire la conferenza dell’ing. Walter Cugno su Luna, Marte e oltre, all’interno di questa bella manifestazione:

Scuola Don Bosco Cumiana: Open Day

Si comunica che, presso la Scuola Don Bosco di Cumiana, si terranno le giornate di Open Day 2019/2020 per dare la possibilità di visitare la struttura in compagnia dei professori e gli alunni dell’opera. Un’occasione per incontrare studenti, genitori, ex-allievi e insegnanti e ricevere tutte le informazioni necessarie per conoscere la scuola. La struttura rimarrà aperta nelle date indicate:

OTTOBRE

VENERDI’ 18 OTTOBRE – dalle ore 14.00 alle ore 18.00

SABATO 19 OTTOBRE – dalle ore 10.00 alle ore 16.00

NOVEMBRE

VENERDI’ 15 NOVEMBRE – dalle ore 14.00 alle ore 18.00

SABATO 16 NOVEMBRE – dalle ore 10.00 alle ore 16.00

DICEMBRE

VENERDI’ 6 DICEMBRE – dalle ore 14.00 alle ore 18.00

SABATO 7 DICEMBRE – dalle ore 10.00 alle ore 16.00

GENNAIO

VENERDI’ 17 GENNAIO – dalle ore 14.00 alle ore 18.00

SABATO 18 GENNAIO – dalle ore 10.00 alle ore 16.00

Scuola Don Bosco Cumiana: una collaborazione vincente con gli Alpini

Riprendendo la collaborazione avviata durante l’anno scolastico, gli allievi della Scuola Media Salesiana di Cumiana hanno potuto incontrare il 3° Reggimento degli Alpini di Pinerolo a Pian dell’Alpe, con la possibilità e il piacere di svolgere esercitazioni pratiche di topografia.

Tra le attività svolte a Pian dell’Alpe, il famoso alzabandiera tutti schierati in riga, un breve ripasso della lezione teorica e, divisi in quattro gruppi accompagnati, la visita degli storici scenari dell’Assietta e del Colle delle Finestre.

I ragazzi, dotati degli strumenti necessari da parte degli Alpini, hanno potuto imparare a localizzare un punto geografico in maniera precisa, sia sulla carta sia nella realtà, a stimarne la distanza e l’altitudine.


A completare l’interessante esperienza con gli Alpini è stata la possibilità di salire a bordo del “Lince”, uno dei mezzi blindati della Brigata Taurinense, per poi “sbucare” dalla botola superiore.

Un grazie sentito al Colonnello Di Leo, Comandante del Terzo Alpini, che ha dato la possibilità di realizzare questa esperienza e al Capitano Meoli che, con gli Ufficiali al suo comando, ha reso piacevole e coinvolgente l’attività con i ragazzi.

Scuola Don Bosco Cumiana: topografia e orientamento con il Terzo Reggimento Alpini di Pinerolo

Mercoledì 8 maggio, per le classi prime e seconde medie della Scuola Don Bosco di Cumiana, sono saliti in cattedra il Capitano Meoli e il 1° Caporal Maggiore Nocella del Terzo Reggimento Alpini di Pinerolo.
L’incontro è stato dedicato alla topografia e all’orientamento. La grande capacità comunicativa dei due militari ha affascinato gli studenti in una lezione di oltre tre ore che ha consentito ai ragazzi di conoscere le carte topografiche e il loro utilizzo. Dopo aver fornito le nozioni teoriche di base, i ragazzi sono riusciti a individuare, nelle prove pratiche, un punto sulla carta e da esso risalire alle coordinate. E’ stato insegnato inoltre l’utilizzo del coordinatometro militare e con questo strumento gli studenti hanno imparato a trovare la posizione di un determinato luogo sulla carta con l’approssimazione di 20 metri circa.

Nell’articolo pubblicato sul sito della Scuola si riporta:

Questa splendida occasione, che il Col. Di Leo del Terzo Reggimento Alpini di Pinerolo ha concesso tramite i Suoi Uomini alla nostra Scuola, costituisce solamente la parte introduttiva dell’attività: gli Alpini saranno presenti anche a Pian dell’Alpe durante i due campi estivi; in questo secondo appuntamento i nostri ragazzi si cimenteranno in una prova pratica “sul territorio” mettendo a frutto gli insegnamenti appresi durante la lezione teorica a scuola. Grazie Alpini!

 

Cumiana – A Malta per l’inglese!

Si riporta l’articolo proveniente da donboscocumiana.it riguardo al soggiorno a Malta, dei ragazzi frequentanti la seconda media, presso il Savio College di Dingli per un corso di potenziamento della lingua inglese.

Anche quest’anno alcuni ragazzi di seconda media sono stati ospiti del Savio College di Dingli, a Malta, per un corso di potenziamento della lingua inglese. La mattina gli studenti hanno partecipato alle lezioni con insegnanti madrelingua e nel pomeriggio hanno alternato momenti di svago a visite guidate alla scoperta della storia dell’isola. Il soggiorno è stato un’esperienza di crescita formativa e culturale che ci proponiamo di ripetere in futuro.

Scuola Don Bosco Cumiana: la visita del Generale di Corpo d’Armata Claudio Berto

Un ospite d’eccezione hanno avuto ieri i ragazzi della scuola di Cumiana: il Generale di Corpo d’Armata Claudio Berto, il quale ha intrattenuto gli allievi non solo narrando la storia delle Truppe Alpine ma anche ricordando alcuni valori fondamentali nel Servizio alla Nazione.

Si riporta l’articolo pubblicato sul sito della scuola di Cumiana dedicato all’incontro con il Comandante.

Lunedì 29 aprile gli allievi/e della nostra scuola hanno avuto la sorpresa di avere un docente d’eccezione: il Generale di Corpo d’Armata Claudio Berto, Comandante delle Truppe Alpine.

Il Generale ha intrattenuto i ragazzi delle nove classi narrando la storia delle Truppe Alpine dalla loro nascita ad oggi, in guerra e in pace, sottolineando l’impegno, noto a tutti, di essere sempre presenti: primi ad arrivare e ultimi ad andare via dove le popolazioni hanno bisogno nelle calamità: dal Vajont all’Aquila, da Rigopiano ai soccorsi in montagna…

Dalla Sua narrazione sono emersi e hanno fatto breccia nei ragazzi il senso dell’Onore, del Rigore, del Sacrificio e della Dedizione, che sfociano nel Servizio alla Nazione tanto cent’anni fa come oggi.

L’entusiasmo dei ragazzi, manifestato con l’attenzione alla conferenza, ha prodotto numerose domande a cui il Generale ha risposto con disponibilità e cortesia. In questi interventi i ragazzi hanno evidenziato i “talenti” necessari per una crescita umana attenta a formare i “buoni cittadini” di domani attaccati ai sani VALORI della Nazione.

Il tutto è terminato con la Preghiera dell’Alpino, letta dal Generale Berto, che ha suscitato in tutti una grande commozione.

La scuola nell’occasione dell’evento ha prodotto e consegnato a tutti i ragazzi una cartolina ricordo, firmata dal Generale, recante sul retro la Preghiera dell’Alpino.

Grazie Generale per la Sua straordinaria disponibilità nel concedere una visita alla nostra Scuola e, soprattutto, GRAZIE ALPINI per quello che fate per Noi!

Scuola Don Bosco di Cumiana: un viaggio nel Medioevo e al centro della terra

Venerdì 5 aprile i ragazzi di seconda media della Scuola Don Bosco di Cumiana hanno preso parte ad una fantastica avventura nelle atmosfere magiche del Medioevo visitando fortezze e castelli. Il loro viaggio è iniziato con la tappa in Valle d’Aosta al Forte di Bard per poi proseguire con la visita nelle stanze dal sapore fiabesco del Castello di Fenis.

I ragazzi di prima media invece,  si sono potuti immedesimare nell’atmosfera militare ottocentesca con la visita al Forte di Fenestrelle in Val Chisone (provincia di Torino). Al pomeriggio hanno poi affrontato un “avventuroso” viaggio al centro della terra, entrando nelle suggestive Miniere di talco di Prali con l’originale treno dei minatori.

Scuola Don Bosco di Cumiana: incontro sui social e strategie di intervento

Uso consapevole di internet, social, cyberbullismo, controllo dei genitori sulla gestione dei contenuti degli smartphone dei figli, legislazione vigente su questi temi… Queste alcune tematiche affrontate mercoledì sera scorso, 10 aprile 2019, dalla Dott.ssa Maria Teresa Cerutti, Ispettore Superiore di Polizia Postale, durante l’incontro con un gruppo di oltre cento genitori della scuola Don Bosco di Cumiana.

La Dott.ssa ha presentato in modo molto chiaro e diretto le problematiche che oggigiorno ci si trova ad affrontare riguardo al mondo di internet, invitando i genitori a non nascondere la testa sotto la sabbia, ma a farsi carico dei problemi complessi e impegnativi che potrebbero coinvolgere i loro figli, qualora non usassero in modo corretto questi mezzi di comunicazione moderna.

Pur non avendo mai dimenticato il taglio educativo della sua informazione, al termine dell’incontro la Dott.ssa Cerutti ha risposto ad alcune domande poste dai presenti, mettendo in rilievo ancor più il lato educativo e la responsabilità legale e morale che i genitori hanno nell’uso dei social che i loro figli utilizzano.
In attesa di un prossimo incontro, anche su altre tematiche riguardanti il mondo giovanile, si ringrazia sentitamente l’Ispettore di Polizia Postale, Maria Teresa Cerutti, per la sua preziosa presenza e collaborazione e il suo sostegno al percorso educativo intrapreso con allievi e genitori.

 

 

Scuola don Bosco Cumiana – La storia si studia con l’Esercito

Si riporta l’articolo proveniente da DonBoscoCumiana.it che ci parla dell’attività svolta martedi 5 marzo. In particolare rivolta ai giovani delle terze medie che hanno incontrato il Primo Luogotenente Galletti inviato dal Museo Storico Nazionale di Artiglieria, di Torino, per una lezione sull’evoluzione della tecnica degli armamenti, che ha reso così drammatica in numero di perdite umane la Prima Guerra Mondiale. Una lezione di storia alternativa! Buona lettura.

Martedì 5 marzo al Don Bosco di Cumiana le classi di terza media hanno incontrato il Primo Luogotenente Galletti inviato dal Museo Storico Nazionale di Artiglieria di Torino per una lezione sull’evoluzione della tecnica degli armamenti, che ha reso così drammatica in numero di perdite umane la Prima Guerra Mondiale.

Gli allievi, dopo aver già visitato nel mese di novembre il Museo a Torino dove avevano potuto toccare con mano e conoscere l’evoluzione tecnica delle armi da fuoco, si sono trovati a discutere con un esperto di come si viveva in trincea e come era cambiato il modo di combattere. L’evoluzione tecnica, in pochi decenni, aveva fatto passi da gigante passando dal fucile ad avancarica alle mitragliatrici, passo non così veloce fatto nella formazione degli Ufficiali, che impegnavano i soldati in conflitti con ingentissime perdite umane.

La lezione, meno lontana di quella dei libri di scuola, ha avuto un grande successo grazie all’abilità del docente: competente, diretto, brillante e disponibile a ogni domanda. Anche per i docenti è stato un arricchimento culturale notevole su aspetti poco conosciuti.

Per il Don Bosco continua con successo la collaborazione con l’Esercito Italiano nell’intento di trasmettere valori di serietà, onestà e dedizione al proprio Paese per formare i cittadini di domani.

Il corpo docente e gli allievi ringraziano il Gen. C.A. Claudio Stefano Berto, Comandante delle Truppe Alpine per aver dato loro la possibilità, tramite la Sua Catena di Comando, di realizzare un evento così stimolante per la crescita culturale ed educativa.